COSTARICA 100% AD ENERGIA RINNOVABILE ENTRO IL 2021

Il Costa Rica ha recentemente annunciato un piano per vietare l’utilizzo di combustibili fossili e diventare il primo paese al mondo ad utilizzare solamente energia da fonte rinnovabile.

L’annuncio è stato dato dal neo presidente Carlos Alvarado, classe 1980, il cui obiettivo è riuscire ad eliminare l’impiego di combustibili fossili (diesel e benzina) dai trasporti entro il 2021, in concomitanza con i festeggiamenti per il 200° anno dell’indipendenza costaricana.

Può apparire un’impresa impossibile ma ricordiamo che il Costa Rica, nazione con circa 5 milioni di abitanti e grande quanto la Lombardia e il Piemonte messe insieme, non è nuova alla realizzazione di progetti molto importanti.

Grazie ad un’economia costruita nel rispetto e tutela della biodiversità (il 5% di quella mondiale si trova qui), nello sviluppo dell’innovazione tecnologica e nell’arricchimento del capitale umano, vanta la fama di essere il paese tra i “più verdi e più puliti” del mondo ed avere gli abitanti tra le “persone più felici del pianeta”.

Inoltre il Costa Rica è tra i pochi stati ad aver reso l’istruzione primaria (per entrambi i sessi) obbligatoria e gratuita già dal lontano 1869, ad aver abolito l’esercito nel 1949, costruito nel tempo una notevole rete di ospedali, cliniche e sedi sanitarie per cui l’assistenza sanitaria è di alta qualità e a prezzi accessibili per tutti; nonostante le piccole dimensioni, possiede 25 parchi nazionali e 58 riserve naturali destinando il 25% del proprio territorio ad aree protette.

Se a tutto questo aggiungiamo un fabbisogno di energia elettrica coperto già per il 99% da fonte rinnovabile, scopriamo che il percorso verso la decarbonizzazione totale del paese, annunciato durante il discorso di inaugurazione del suo mandato dal giovane presidente Carlos Alvarado (classe 1980), è iniziato molto tempo fa e porterà, anche se non nei tempi attesi, allo straordinario traguardo: la prima nazione al mondo ad utilizzare energia solo da fonte rinnovabile e abbandonare definitivamente il petrolio.