Energivori e Grandi Aziende: dal 2018 è obbligatorio il monitoraggio dei consumi.

Oltre alla conoscenza dei consumi finali fornita dalle fatture, per individuare come viene utilizzata l’energia e procedere all’ottimizzazione dei processi produttivi, è necessario un monitoraggio dei flussi di energia.


Il metering è il primo passo concreto che consente di capire se l’energia viene utilizzata in modo razionale e individuare quali sono le eventuali aree di dispersione su cui intervenire; attraverso interventi di ottimizzazione quali il settaggio corretto delle temperature di climatizzazione, la gestione dei carichi di energia in base alla fasce orarie più convenienti o l’utilizzo efficiente degli impianti, le aziende possono arrivare a risparmiare fino al 10% di tutti i consumi senza nessun investimento (vedi articolo FRASASSI).
Per le aziende che dovranno realizzare il secondo audit energetico nel 2019, sarà obbligatorio aver implementato un sistema di monitoraggio dei consumi energetici che riguarda l’anno precedente, il 2018.
Pertanto sono rimasti pochi mesi per mettersi in regola con quanto previsto dalle “Linee guida per il monitoraggio per le imprese” pubblicate da Enea.
Le misure sono obbligatorie con copertura fino all’85% dei consumi totali del sito produttivo. Le percentuali, come indicato nella circolare, variano in funzione della quantità assoluta dei consumi energetici.

metering 2018